Tango argentino

Amore, seduzione, complicita’ e bellezza

Nasce nella Terra d’Argento, dove sbarcarono nella seconda metà dell’ottocento ondate di emigranti europei carichi di speranze e aspettative, in cerca di una nuova vita e fortuna. Famiglie di italiani, francesi, spagnoli, ungheresi, ebrei, si mescolarono con le popolazioni locali e le comunità africane che giungevano dal centro America, creando così una miscela unica ed irripetibile di tradizioni etniche e culturali. Il Tango nasce come espressione popolare di socializzazione tra tutti questi popoli diventando una forma artistica che comprende musica, danza, testo e canzone.
Il Tango Argentino è un ballo basato sull’improvvisazione e caratterizzato da tre ritmi musicali: Il tango, la milonga ed il tango vals. Il suo più famoso cantore fù Carlos Gardel e lo strumento musicale di maggior spicco il bandoneon.
È stato dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità. Questo patrimonio è ancor più vicino a noi, perché ha avuto tra i suoi compositori musicali di maggior spessore, figli di italiani come Di Sarli, Pugliese, De Caro, D’Arienzo, Troilo e Piazzolla.